Estirpazione vigneti e diritto di reimpianto

 La normativa vigente sui vigneti prevede l'istituzione di un inventario regionale delle superfici vitate. Ogni superficie vitata in Lombardia, compresa quella inferiore a 10 are destinata all'autoconsumo,  deve essere iscritta all'inventario regionale. Per poter piantare nuove superfici vitate, occorre essere in possesso di un diritto di impianto. Tali diritti, come le quote latte, sono cedibili ad altri soggetti, secondo un rigido sistema di regole stabilito dalla Unione Europea.

Nel caso un agricoltore intenda estirpare un vigneto presente nell'inventario regionale per cedere il proprio diritto ad altro agricoltore, deve  far formulare al proprio CAA una specifica istanza di variazione del proprio potenziale vinicolo tramite SIARL

In caso di estirpazione , il beneficiario trasmette alla Provincia una richiesta di sopralluogo per avvenuto estirpo.

I tecnici provinciali effettuano entro 60 giorni dalla richiesta un sopralluogo in camp ed inviano al CAA di riferimento il verbale di accertamento compilato. A questo punto il CAA trasmette in Provincia il diritto di reimpianto da validare. L' Amministrazione Provinciale valida il diritto e lo rispedisce al CAA.
 


 

Pagina aggiornata al 06-02-2012