Acquisizione dell'autorizzazione ex art. 281

Il legale rappresentante dell’Azienda interessata presenta domanda di autorizzazione, redatta in conformità con il modello che si riporta al termine di questa pagina (allegato A - prima parte) adeguatamente compilato, alla Provincia di Cremona, Settore Agricoltura e Ambiente, al Dipartimento A.R.P.A. di Cremona e al Comune in cui è localizzata l’attività; la domanda deve essere corredata della ricevuta di versamento del rimborso spese di istruttoria (determinate con riferimento alla natura ordinaria o semplice dell’autorizzazione richiesta; le modalità di pagamento sono specificate nelle pagine dedicate agli oneri di istruttoria della sezione Ambiente di questo sito; la causale del versamento è "spese istruttoria autorizzazione ordinaria - capitolo 4469" oppure "spese istruttoria autorizzazione semplice - capitolo 4469") e di una relazione tecnica (allegato A - seconda parte) descrittiva del ciclo produttivo, delle emissioni generate e delle tecnologie adottate per contenere l’inquinamento atmosferico, completa delle necessarie cartografie (così come specificate al termine dell’Allegato A).

Acquisiti i pareri del Dipartimento A.R.P.A. di Cremona, del Distretto ASL e del Comune competenti per territorio, mediante conferenza dei servizi, la Provincia rilascia nei tempi di Legge l’atto autorizzativo, comprensivo delle prescrizioni previste dalla normativa di riferimento.

L’autorizzazione ha durata di 15 anni e viene notificata all’interessato.

La disciplina delle modifiche e delle volture degli insediamenti di cui trattasi è la medesima che si applica per le autorizzazioni.

Allegati:

Pagina aggiornata al 18-03-2014