Piano Provinciale di controllo della Nutria

La Provincia di Cremona con Delibera del Presidente n. 158 del 7/12/2018 ha integrato il Piano Provinciale per il controllo della nutria con i principi previsti dalla D.G.R. n. XI/165 del 29/05/2018 (Proroga annuale 2018 del Piano Regionale di contenimento ed eradicazione della nutria 2018/2020).

Il Piano Provinciale è pertanto prorogato al 31/12/2020 nel rispetto dei principi regionali.

Aderire al piano è semplice, la modulistica è presente sul sito sia per gli operatori di tipo A (con licenza di caccia e assicurazione in corso di validità) che di tipo B (senza porto d'armi, si utilizza solo la gabbia trappola).

Il modulo, compilato in ogni sua parte, va mandato alla Provincia di Cremona per il tramite del Comune per ottenere l'abilitazione, anche nel caso degli agricoltori sul proprio fondo.

Nel caso di operatori già autorizzati in passato, non è prevista la formazione mentre nel caso di nuovi operatori bisogna seguire un momento formativo erogato dai tecnici degli uffici, in seguito al quale si ottiene l'abilitazione.

Le modalità operative sono indicate nel piano (disponibile sul sito) e prevedono interventi diretti di controllo con conseguente smaltimento delle carcasse in accordo con il Comune in cui si interviene.

Gli interventi con il fucile possono essere svolti durante tutto l'anno, indossando apposito gilet, sul territorio a caccia programmata. Nelle Zone di ripopolamento e cattura e nelle oasi si deve intervenire sempre in presenza di una guardia mentre, all'interno delle riserve naturali e dei siti Natura 2000, bisogna raccordarsi prima con l'ente gestore.

Gli interventi con la gabbia possono essere effettuati tutto l'anno senza vincoli temporali né spaziali e, una volta catturato l'animale, va soppresso come previsto nel piano provinciale con armi ad aria compressa di potenza inferiore ai 7,5 Joule.

Al tempo stesso sono stati prorogati al 31/12/2020 i Decreti autorizzativi per gli operatori di tipo A e B.

 

Pagina aggiornata al 25-02-2019