La certificazione dei crediti delle imprese

Con decreto del Ministero dell'Economia del 25 giugno 2012 (allegato DM) sono stati approvati i nuovi modelli per l'istanza di certificazione dei crediti vantati dalle imprese creditrici nei confronti di Regioni, Enti locali e Enti del Servizio Sanitario.

La normativa prevede la certificabilità dei soli crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili relativi a somme dovute dall'ente locale per somministrazioni, forniture e appalti.

Per accedere alla procedura di certificazione del credito, nelle more della predisposizione della piattaforma elettronica a cura del MEF, i titolari dei crediti possono presentare all'Amministrazione provinciale apposita richiesta (allegato 1) utilizzando il modello approvato dal Ministero.

L’istanza potrà essere inviata mediante posta elettronica certificata all’indirizzo protocollo@provincia.cr.it oppure spedita via fax al n. 0372/406318 o inviata per posta con raccomandata R/R al seguente indirizzo:
Provincia di Cremona – C.so Vittorio Emanuele II, n. 17 – 26100  Cremona.

L'Ente provvederà entro 30 giorni dalla data di ricezione della richiesta rilasciando, a seguito dell’esito positivo delle verifiche effettuate, la certificazione secondo il modello previsto dal MEF (allegato 2); decorso tale termine, in caso di inerzia dell’Ente, il creditore potrà presentare alla Ragioneria Territoriale dello Stato di Cremona apposita istanza (allegato 1-bis) per la nomina di un commissario ad acta per l’acquisizione della certificazione del credito.

Si precisa che i pagamenti conseguenti alle certificazioni, riguardanti spese in conto capitale, non possono avvenire in deroga ai vincoli di finanza pubblica previsti per gli enti locali; pertanto, in caso di incompatibilità con i vincoli del patto di stabilità, l'Ente potrà certificare il credito senza indicare la data entro la quale avverrà il pagamento stesso.

Per informazioni:
Dott. Fabio Scio tel. 0372406206
Rag. Sabrina Frigeri tel. 0372406208

Allegati:

Pagina aggiornata al 29-09-2014