Iter Ponte sul Po Casalmaggiore - Colorno: tutte le tappe

Quel che è stato fatto , quel che resta da fare.

Il 20 marzo si è svolta la prima conferenza dei servizi, per avere il via libera alle successive fasi attuative: in quella sede il progetto è stato valutato positivamente da tutti gli enti, tranne che dall’Agenzia Sicurezza del territorio – Protezione Civile della Regione Emilia Romagna,  che non ha espresso parere, ma si è riservata di chiedere un ulteriore approfondimento in materia antisismica.

La Conferenza dei Servizi sarà riconvocata per la seduta conclusiva
entro breve.


Dopo tale Conferenza, in assenza di elementi ostativi, si potrà  procedere alla validazione della progettazione ed  alla redazione del bando di gara.
I lavori inizieranno in autunno e si concluderanno dopo 210 giorni consecutivi (7 mesi) dalla consegna dei lavori, nella  primavera 2019.
Ipotesi progettuale: minimizzare tempi e costi di intervento, riportando la struttura alle condizioni quo-ante. Orizzonte di vita utile dopo la riparazione:  10 anni. Nel frattempo, perciò, a livello nazionale si dovrà pensare a un ponte nuovo.

CIO' CHE E' STATO FATTO

1. 7 SETTEMBRE 2017 - Ordinanza  di chiusura totale
2. 7 SETTEMBRE 2017 - Somma Urgenza per segnaletica e attività varie per chiusura al traffico del ponte
3. 7 SETTEMBRE 2017 - Incarico per verifica della struttura e indicazione primi interventi - ing. Scaroni
4. 7 SETTEMBRE 2017 -  Incarico per piano di indagini a Most srl
5 . SETTEMBRE 2017 - Avvio tavoli tecnici di confronto tra le due Province e le Regioni Emilia e Lombardia per analisi possibili interventi, anche provvisori, proposte alternative di collegamento,  reperimento risorse etc.
6.- A Roma per sensibilizzare ed ottenere il Coinvolgimento del  Ministero Infrastrutture e trasporti per stanziamento risorse .
7. 16 OTTOBRE 2017 - Conclusione piano di indagini realizzato con Most srl e noleggio attrezzature (by - bridge,
ecc..)
8. 17 OTTOBRE 2017 - Primo stanziamento di risorse da parte di Regione Lombardia – circa 3 mln
9. 19 OTTOBRE 2017 - Relazione finale sulle risultanze dell'indagine e indicazioni sulle modalità di intervento ing.
Scaroni
10. OTTOBRE 2017 - Incontri con cittadinanza per presentazione delle risultanze della relazione
11. NOVEMBRE 2017 - Delibere Comuni e Province del territorio per chiedere riconoscimento stato di emergenza  alle Regioni ed al Governo
12. NOVEMBRE 2017 - Incarico progettazione ing. Scaroni -  
13.  DICEMBRE 2017- Incarico per relazione idraulica Hydro Nova srl -
14. DICEMBRE 2017- GENNAIO/FEBBRAIO 2018 -  Incontri AIPO, ex ARNI, StB RER e Regione Lombardia per espressione pareri    
15. GENNAIO/FEBBRAIO 2018 - Incontri e sopralluoghi con ditte private e Consorzio per redazione accordo bonario per occupazione temporanea aree di cantiere.
16. 25 GENNAIO 2018 - Consegna relazione idraulica
17. 1 FEBBRAIO 2018 – Decreto Ministero delle Infrastrutture e Trasporti con stanziamento di 6 milioni euro alla Provincia di Parma per “Interventi di emergenza per la messa in sicurezza delle infrastrutture stradali provinciali
 di connessione insistenti sul fiume Po – Ponte Colorno, località Casalmaggiore”
18. FEBBRAIO 2018 - Incarico a geologo dott. Ruffini della Provincia di PR – risorsa interna.
19. NEL FRATTEMPO (OTTOBRE _FEBBRAIO) si sono avuti continui confronti delle Province con Comuni di Colorno e Casalmaggiore, professionisti  e cittadinanza per analisi fattibilità e valutazioni di progetti alternativi, dei relativi costi e tempistiche, ecc.)    
20. FEBBRAIO 2018 - Ulteriori prove e indagini sul ponte richieste da StB -  fondi Ministeriali -
21. 21 FEBBRAIO 2018 - Consegna progetto esecutivo
22. 21 FEBBRAIO 2018 –Sottoscrizione Protocollo d'intesa con Provincia di Cremona ed invio al MIT - Come previsto dal Decreto Ministeriale ed in anticipo sui tempi richiesti
23. MARZO 2018 - Incarico verifica del progetto esecutivo - Rina Check srl - fondi Ministeriali -
24. 20 MARZO 2018 – Prima Conferenza dei Servizi

Tutti i costi fin qui sostenuti ( circa 150.000 Euro) sono stati anticipati dalla Provincia di Parma

CIO' CHE RESTA DA FARE

Nuova Conferenza di Servizi da calendarizzarsi a breve: tutti i passaggi successivi presuppongono, quale requisito indispensabile che la Conferenza dei servizi si concluda positivamente in questa data, senza ulteriori sedute (eventuali richieste di approfondimenti, integrazioni, ecc.)

Da qui:

25.  Verifica progettazione
26. Validazione e approvazione del progetto
27. Predisposizione bando di gara
28.  Predisposizione piano di monitoraggio post opera e controllo del traffico
29. Approvazione bando di gara e Invio estratto alla GURI
30. Bonifica bellica
31. Scadenza bando di gara
32. Nomina Commissione di gara
33.  Analisi delle offerte presentate
34.  Aggiudicazione
35.  Contratto
36. Nomina Direttore Lavori e Collaudatore dei lavori
37.  Deposito progetto presso Comuni
38.  Consegna dei lavori
La date dei puniti  dal 20 al 33 saranno da definire dopo l'esito della Conferenza dei servizi; si stima che richiedano complessivamente circa 6 mesi di tempo.
39. Fine lavori – Si prevede che l’esecuzione dei lavori richieda circa 7 mesi di tempo dalla consegna lavori, comprensivi del collaudo delle strutture  (punto 38).

Aggiornato al 23.3.2018

Per informazioni:
Email: ufficiostampa@provincia.cremona.it

Inserita il giorno 23-03-2018 nella sezione "3° ponte sul fiume Po"