Leggi n. 122/2010 e n. 111/2011

Legge 122/2010 art. 14 della comma 28

  Le funzioni fondamentali dei comuni, previste dall'articolo 21, comma 3, della citata legge n. 42 del 2009, sono obbligatoriamente esercitate in forma associata, attraverso convenzione o unione, da parte dei comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti 

Art 21, comma 3, della legge 5 maggio 2009, n. 42:

Per i comuni, le funzioni, e i relativi servizi, da considerare ai fini del comma 2 sono provvisoriamente individuate nelle seguenti:

  1. funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo, nella misura complessiva del 70 per cento delle spese come certificate dall'ultimo conto del bilancio disponibile alla data di entrata in vigore della presente legge;
  2. funzioni di polizia locale;
  3. funzioni di istruzione pubblica, ivi compresi i servizi per gli asili nido e quelli di assistenza scolastica e refezione, nonche' l'edilizia scolastica;
  4. funzioni nel campo della viabilita' e dei trasporti;
  5. funzioni riguardanti la gestione del territorio e dell'ambiente, fatta eccezione per il servizio di edilizia residenziale pubblica e locale e piani di edilizia nonche' per il servizio idrico integrato;
  6. funzioni del settore sociale.

Pertanto, è chiara la volontà del legislatore di obbligare i piccoli comuni a gestire in forma associata gran parte delle proprie funzioni.

  • Il 90% dei Comuni della nostra Provincia ha meno di 5000ab
  • 32 Comuni su 115 ha popolazione inferiore a 1000 ab.

 

Tempi (Legge 111/2011)

Il limite demografico minimo che l’insieme dei comuni che sono tenuti ad esercitare le funzioni fondamentali in forma associata deve raggiungere è fissato in 5.000 abitanti o nel quadruplo del numero degli abitanti del comune demograficamente più piccolo tra quelli associati.

I comuni assicurano comunque il completamento dell’attuazione della gestione dei servizi in forma associata:
a) entro il 31 dicembre 2011 con riguardo ad almeno due delle funzioni fondamentali loro spettanti, da essi individuate tra quelle di cui all’articolo 21, comma 3, della legge 5 maggio 2009, n. 42;
b) entro il 31 dicembre 2012 con riguardo ad almeno quattro funzioni fondamentali loro spettanti, da essi individuate tra quelle di cui all’articolo 21, comma 3, della citata legge n. 42 del 2009;
c) entro il 31 dicembre 2013 con riguardo a tutte le sei funzioni fondamentali loro spettanti ai sensi dell’articolo 21, comma 3, della citata legge n. 42 del 2009".

Pagina aggiornata al 31-01-2013