La Giornata

La Giornata del Verde Pulito riveste ormai da vari anni un ruolo significativo nel contesto regionale, sia di sensibilizzazione e informazione ai cittadini sulle questioni ambientali che di realizzazione di azioni concrete di pulizia e sistemazione di aree a verde nei Comuni che aderiscono all’iniziativa.
 
Rappresenta inoltre un'occasione di partecipazione attiva dei cittadini lombardi, di associazioni e gruppi di volontariato, che a vario titolo operano nella tutela ambientale, nell’impegno sociale di cittadinanza attiva, a favore del verde e dello sviluppo sostenibile.

La storia

Dal 1987, quando un gruppo di 18 Comuni della Brianza, guidati dal Comune di Arosio con la partecipazione di associazioni ambientaliste e sportive, organizzò la prima Giornata del Verde Pulito e successivamente con l’approvazione della legge regionale (l.r. 14/1991), l’iniziativa ha riscontrato un sempre più significativo successo, coinvolgendo ogni anno più di 400 comuni, migliaia di volontari, cittadini e molte scuole.
L’istituzione della giornata con la sua azione di stimolo e sensibilizzazione, ha contribuito a consolidare nei Comuni lo svolgimento di iniziative sul territorio e ha stimolato la nascita di vari Parchi locali di interesse sovracomunale (PLIS), con una ricaduta positiva di riappropriazione e conoscenza del territorio, con azioni di riqualificazione delle aree verdi, di prevenzione della contaminazione del suolo e della falda, di recupero di aree degradate a beneficio delle comunità locali e a vantaggio della natura.
In particolare, si è dato impulso ad azioni dirette a

  • ripulire i boschi,
  • le sponde dei laghi,
  • dei fiumi e di altri corsi d’acqua,
  • nonché le aree verdi di proprietà pubblica o soggette a fruizione pubblica,

ad eventi di sensibilizzazione e coinvolgimento

  • delle scuole e
  • dei cittadini in azioni personali per un consumo consapevole e per la formazione di una cultura e di una coscienza ambientale.

Le aree verdi comunali sono elementi essenziali e portanti del “sistema verde” lombardo, costituito dalla

  • rete delle Aree Protette,
  • dai Siti Rete Natura 2000 e dalla
  • Rete Ecologica Regionale, prevista dal Piano Territoriale Regionale che si dirama localmente in buona parte dei comuni lombardi, che può essere valorizzato e riqualificato solo attraverso il contributo fattivo dei territori e delle istituzioni locali.

Partendo dalla edizione 2012 della Giornata del Verde Pulito si conviene di dedicare la Giornata stessa ad un tema specifico e di forte impatto a favore della sensibilizzazione e del coinvolgimento dei cittadini su temi legati al verde, all’ambiente e alla natura.
Per il 2012 il tema individuato è il consumo di suolo: sensibilizzare le Amministrazioni locali, le Associazioni, le scuole, i cittadini attorno al valore del suolo, della necessità di tutelare un bene non più riproducibile, ridurne il consumo a favore del recupero di aree dismesse e di territori già degradati e compromessi.
 

Allegati:

Pagina aggiornata al 11-02-2014