Individuazione di professionista per il collaudo di opere di piccola derivazione a uso idroelettrico

Avviso per la raccolta di interesse per l'individuazione di un professionista da nominare per l'esecuzione del collaudo tecnico-amministrativo di opere di piccola derivazione di acqua ad uso idroelettrico per un impianto di potenza superiore a 220 kW

AVVISO PUBBLICO
per la raccolta di manifestazioni di interesse finalizzate all'individuazione di un professionista da nominare per l'esecuzione del collaudo tecnico-amministrativo di opere di piccola derivazione di acqua pubblica ad uso idroelettrico per un impianto di potenza superiore a 220 kW - Regio Decreto 11 dicembre 1933, n. 1775 - Regolamento regionale 24 marzo 2006, n. 2 art. 21, comma 6

Si rende noto che questa Provincia intende procedere alla predisposizione di un elenco di
professionisti abilitati al collaudo tecnico-amministrativo di opere di derivazione di acqua pubblica ad uso idroelettrico.
La Provincia di Cremona in qualità di autorità concedente, in attuazione dell'art. 21, comma 6, del Regolamento regionale 24 marzo 2006, n. 2, è infatti tenuta a nominare, per le piccole derivazioni ad uso idroelettrico di potenza superiore a 220 KW, un collaudatore, ovvero una commissione di collaudo in possesso dei necessari requisiti di abilitazione con oneri a carico del concessionario.
Si precisa che sono richieste idonee specializzazione, capacità professionale ed esperienza nella
materia sopra indicata.
L’importo dell’incarico non potrà superare il valore risultante dalla sommatoria degli importi derivanti:
- dall’applicazione delle percentuali di cui alla Tabella C (fincato a) della Legge 02/03/1949 n. 143 e s.
m. i, calcolato sull’ammontare complessivo del costo di realizzazione delle opere oggetto di
collaudo, a titolo di onorario per il collaudo amministrativo;
- - dall’applicazione della percentuale massima del 20% delle percentuali di cui alla Tabella C
(fincato a) della Legge 02/03/1949 n. 143 e s. m. i., a titolo di compenso spettante per certificazioni di
regolare esecuzione delle opere;
- dall’applicazione della percentuale massima del 30% calcolato sulla sommatoria delle voci
precedenti, a titolo di rimborso forfettario delle spese.
Le spese per il collaudo sono a totale carico del Soggetto cui compete la realizzazione dell’opera,
che provvederà a conferire l’incarico di collaudo.
Si precisa inoltre che tale elenco avrà valenza limitata alla nomina dei professionisti per il collaudo
dell'impianto idroelettrico ad acqua fluente realizzato sul Fiume Adda in comune di Pizzighettone
concesso con decreto del Dirigente del Settore Agricoltura e Ambiente della Provincia di Cremona,
n. 758 del 20/06/2014 e autorizzato ai sensi del d. lgs. 387/2003 con decreto del dirigente del Settore
Agricoltura e Ambiente n. 464 del 24/4/2015, variato con decreto del dirigente Settore Ambiente e
Territorio n. 289 del 8/3/2016.
I soggetti interessati devono dichiarare la propria disponibilità all’incarico compilando lo schema di
domanda in calce al presente avviso, a cui dovrà essere allegato il proprio curriculum vitae e copia
di idoneo documento di identità.
La formazione dell'elenco non pone in essere alcuna procedura concorsuale né prevede alcuna
graduatoria di merito delle figure professionali, ma determina semplicemente l'individuazione di
soggetti ai quali rivolgere l'invito per la successiva nomina di collaudo.
Non saranno prese in considerazione le istanze pervenute in data precedente alla pubblicazione del
presente avviso.
L'inserimento nell'elenco è subordinato all'esito positivo dell'esame della completezza della domanda
inoltrata.
In particolare i soggetti interessati dovranno possedere i seguenti requisiti.


 

1. Requisiti di ordine generale:

 - non abbiano subito condanne;
 

 - non abbiano commesso gravi infrazioni debitamente accertate alle norme in materia di sicurezza;
 

 - non abbiano commesso errore grave, definitivamente accertato, nell'esercizio della loro attività professionale;
 

- non abbiano commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento di imposte e tasse;
 

- non abbiano subito la sanzione interdittiva di cui all'articolo 9, comma 2, lettera c), del decreto legislativo 8 giugno 2001 n. 231 o altra sanzione che comporta il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione, compresi i provvedimenti interdittivi;

2. laurea quinquennale in ingegneria o architettura;

3. iscrizione ai relativi albi professionali;

4. assenza delle condizioni di incompatibilità e cause ostative, in particolare il collaudatore non dovrà avere svolto alcuna funzione nelle attività autorizzative, di controllo, di progettazione, di direzione, di vigilanza e di esecuzione dei lavori sottoposti al collaudo. Non dovrà avere avuto nell'ultimo triennio rapporti di lavoro o di consulenza con il soggetto che ha eseguito i lavori. Il soggetto non potrà inoltre fare parte di organismi che abbiano funzioni di vigilanza, di controllo o giurisdizionali;

5. specifica esperienza almeno quinquennale nel settore delle costruzioni, delle opere idrauliche e delle infrastrutture idrauliche, in particolare:

  •  opere fluviali, di difesa, di sistemazione idraulica o di bonifica e irrigazione;
  •  impianti per produzione di energia elettrica.
     

L'elenco sarà approvato dal Dirigente del Settore Ambiente e Territorio della Provincia di Cremona e
verrà pubblicato sul sito internet della Provincia di Cremona.

 

 

Modalità di presentazione delle domande
I soggetti interessati, in possesso dei requisiti sopra indicati, dovranno far pervenire entro giorni 15 dalla data di pubblicazione del presente avviso, la domanda, da redigere in carta semplice, utilizzando il
modello allegato al presente avviso e allegando copia fotostatica del documento di identità valido e
il curriculum professionale.
La domanda, firmata digitalmente e corredata da tutti gli allegati, dovrà essere inviata tramite posta
certificata all'indirizzo: protocollo@provincia.cr.it.
Sulla base delle istanze pervenute, verrà costituito l'apposito elenco, comprendente i soggetti che
presentano i requisiti richiesti, ammessi in ordine cronologico di arrivo della domanda.
È fatta salva la facoltà della Provincia di Cremona di verificare quanto dichiarato dai soggetti ammessi all'elenco, con l'avvertenza che, in caso di accertamento negativo, si procederà alla cancellazione dall'elenco e alla comunicazione alle autorità competenti.
A seguito di approvazione dell'elenco, il Settore Ambiente e Territorio della Provincia di Cremona, che
ne cura la tenuta, vi attingerà direttamente per l'individuazione dei professionisti idonei al collaudo
delle opere, adottando l'ordine progressivo dello stesso, dandone comunicazione diretta al soggetto
interessato.
Se il professionista non rende il proprio assenso alla nomina entro giorni 10 dalla richiesta, l'ufficio
passerà al nominativo successivo.

Il facsimile della domanda è reperibile qui.

Per informazioni:
Servizio Acqua, Aria, Cave
Email: derivazioni@provincia.cremona.it

Inserita il giorno 10-08-2017 nella sezione "Uso dell'acqua"