italiano / Italian language

S.M.A.R.T. è l'acronimo di "Strategies to proMote small scAle hydro electRicity producTion" in Europa ed è il nome di un progetto europeo del quale l'Amministrazione Provinciale di Cremona - Settore Ambiente è stata l'ideatrice e la coordinatrice, in cofinanziamento con la Commissione Europea tramite il Programma Intelligent Energy Europe 2006.

Partners:

  • Provincia di Cremona (coordinatore del progetto), Cremona;  
  • CESI RICERCA, Italia;  
  • Università di Zagabria, Facoltà d’ingegneria di Zagabria, Croazia;
  • Autorità Regionale di Karlovac, Croazia;  
  • Università Norvegese di Scienza e Tecnologia, NTNU, Trondheim, Norvegia;  
  • Segretariato Regionale dell'Attica, Atene, Grecia;  
  • Agenzia non profit Energieagentur Waldviertel, Thaya, Austria.

Obiettivi principali:
I partner avevano il compito di produrre un manuale-raccolta di norme che evidenziasse i punti di forza e debolezza delle diverse normative locali che regolano le procedure amministrative per la concessione alla derivazione dell’acqua per la produzione di energia idroelettrica e che possa essere di aiuto agli amministratori locali per migliorare l’istruttoria delle pratiche.
I risultati ottenuti sono andati al di là delle aspettative ed il manuale è tuttora scaricato da diversi Paesi del mondo intero.

Barriere alla promozione dell’idroelettrico:
In Italia, come in altri paesi europei, la riduzione della complessità delle normative attualmente in vigore per la concessione all’uso dell’acqua per scopi idroelettrici potrebbe costituire un forte impulso per la diffusione del mini idro, poiché, attualmente, esso deve sottostare alle stesse procedure autorizzative di centrali di medie dimensioni con problemi ben diversi ed impatti ambientali molto più importanti.
Vi è una falsa impressione che la tecnologia sia matura e sviluppata solo su medi corsi d’acqua, ma non vi è una conoscenza diffusa delle mini e micro applicazioni.

Il progetto si è chiuso in data 15 gennaio 2011 ed è ufficialmente terminato.

In fondo alla presente pagina si possono scaricare i lavori più importanti:

  • manuale sulle procedure amministrative applicate in Italia ed in Europa riguardanti l'autorizzazione delle centrali mini e micro idroelettriche e rivolto in particolare agli Enti Pubblici;
  • il rapporto “Pubblico privato nelle centrali idroelettriche” che mira a mettere in luce alcuni casi italiani di eccellenza di cooperazione tra soggetti pubblici e privati nella realizzazione e gestione delle mini centreali idroelettriche;
  • censimento di alcuni siti provinciali per la valorizzazione dell'energia idroelettrica (a cura del Politecnico di Milano - Dipartimento D.I.I.A.R. - docenti Priscila Escobar Rojo e Marco Mancini);
  • redazione di uno studio approfondito consistente nell’analisi di nuovi tipi di connessione elettrica alla rete di distribuzione locale, con particolare riguardo all’uso dell’elettronica di potenza;
  • raccolta di alcuni documenti importanti prodotti dalla provincia di Cremona;
  • catasto pubblico del CESI sui salti mini idroelettrici italiani ed europei - vedi seguente link: Public Cadastre of the Pilot Regions of the Project
  • materiale dal meeting finale svoltosi a Cremona nel 2010;

 

La "dissemination" non finisce mai !!!! ecco un altro progetto italiano sul tema, che potrebbe interessare:

https://www.enermhypiemonte.it/progetti/13

Per informazioni: ing. Marco Antoniazzi al numero di telefono 0372406469 o mail: marco.antoniazzi@provincia.cremona.it
Pagina aggiornata al 19-10-2017