Presentata la vita dell'artista cremonese “Arturo Ferraroni".

Sono stati presentati in Provincia, nel corso degli "Incontri in Provincia",
la vita e le opere dell’artista cremonese Arturo Ferraroni (1875-1931), con particolare riferimento al "Capaneo",
opera-modello dell’originale in gesso dello scultore, donata dai familiari dell’artista alla Provincia, restaurata e collocata nell’atrio dello scalone absidale dell’Ente.
Sono intervenuti quindi Enrica Ferraroni, che ha illustrato il contesto storico-familiare del grande artista Arturo Ferraroni, attraverso anche
una carrellata di immagini e notizie inedite e scritti al figlio Piero.
"L’esistenza di Arturo Ferraroni fu una perfetta fusione tra vita e arte. Ciò che apprese nella scuola Ala Ponzone furono gli elementi pratici del mestiere e questo è bastato come deve bastare ogni volta che si dedica all’arte un temperamento nato. Imparati i semplici mezzi tecnici di espressione, l’artista ha in mano ciò che gli occorre per produrre le opere d’arte e da sé, mano a mano, supererà le forme e la sostanza dell’arte pura" - ha ricordato Enrica Ferraroni.
Luciana Manara ed Enrico Perni dello Studio Manara – Perni Cremona hanno illustrato l'importante e complesso lavoro di recupero del modello, evidenziando i vari dettagli stilistici e le tecniche adottate, che hanno riportato allo splendore il "Capaneo".

Per informazioni:
Ufficio Stampa - Provincia di Cremona
C.so Vittorio Emanuele II, 17 - 26100 Cremona
Email: ufficiostampa@provincia.cremona.it

Inserita il giorno 19-12-2019 nella sezione "Ufficio Stampa"