Piano territoriale per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro

Il Piano territoriale della conciliazione dei tempi di vita e di lavoro è un documento programmatico contenente una serie di azioni per stimolare la diffusione di una cultura della conciliazione dei tempi di vita e di lavoro ed incentivare la partecipazione femminile al mercato del lavoro, le pari opportunità tra i generi, il benessere organizzativo. La sua definizione è stata sollecitata nel 2010, in tutte le province lombarde, dalla Regione a seguito dell'Intesa nazionale sulla conciliazione.

Nel tempo si sono dunque susseguiti tre Piani territoriali: nel biennio 2011-2013, nel biennio 2014-2015 e nel biennio 2017-2018.

Nel corso degli anni attraverso il Piano territoriale, in provincia di Cremona, è stato possibile sostenere e realizzare diversi progetti locali che hanno riguardato: il sostegno alle famiglie per l'accesso a servizi di cura, il sostegno alle imprese per sperimentare servizi salva-tempo e progetti di welfare aziendale, l'istituzione dell'Elenco Provinciale Babysitter,  il supporto agli operatori della Rete territoriale per la conciliazione attraverso azioni di formazione e rafforzamento delle competenze in tema di conciliazione vita-lavoro, l'istituzone della piattaforma "Per il tuo tempo" per l'acquisto di servizi di cura.

L'attuale Piano territoriale (biennio 2017-18) è il risultato di un lavoro integrato tra le Reti territoriali di Cremona e di Mantova, a seguito della Riforma sanitaria lombarda del 2015 che ha visto la nascita, tra le altre, dell'Agenzia Territoriali della Salute (ATS) della Val Padana.

La Provincia di Cremona, con la collaborazione della Provincia di Mantova, è impegnata in un'azione di accompagnamento formativo trasversale ai territori di Cremona e Mantova finalizzato a diffondere lo smart working nella pubblica amministrazione. L'azione si integra altresì con attività analoghe promosse dalle CCIAA di Cremona e di Mantova a favore del settore

Pagina aggiornata al 08-01-2020