DID e Patto di servizio

Il D.Lgs. 150 entrato in vigore il 24 settembre 2015 prevede una nuova disciplina dello stato di disoccupazione.

La circolare di Regione Lombardia dell'11 dicembre 2015 contiene indicazioni sulle procedure e sui relativi strumenti propedeutici all’accesso alle politiche attive in Regione Lombardia, valide per la fase di prima attuazione e nelle more del completamento delle previsioni della normativa nazionale.

Per accedere a determinati servizi di ricerca del lavoro, è considerata disoccupata la persona priva di lavoro che sia alla ricerca attiva di un’occupazione.

La DID - Dichiarazione di Immediata Disponibilità è la modalità con cui la persona acquisisce il riconoscimento dello status di disoccupato e assume gli impegni che ne derivano, dichiarando di essere immediatamente disponibile allo svolgimento di un’attività lavorativa ed alla partecipazione alle misure di politica attiva. La DID è resa in forma telematica.

Dopo il rilascio della DID, lo stato di disoccupazione deve essere confermato con la sottoscrizione di un Patto di Servizio Personalizzato - PSP presso l'operatore scelto nella fase di rilascio della DID. Il Patto di Servizio Personalizzato (PSP) regola gli impegni di attivazione della persona e definisce l’erogazione dei servizi da parte dell’operatore finalizzati all’obiettivo comune di ricollocazione.

Link utili:

Pagina "Lavoro e formazione" di Regione Lombardia

Pagina aggiornata al 21-03-2017