Autorizzazioni allo scarico

Autorizzazioni allo scarico

La Provincia di Cremona è autorità competente al rilascio delle autorizzazioni allo scarico, di durata quadriennale

  • di acque reflue urbane

  • di acque reflue domestiche, industriali e di prima pioggia recapitate nei corpi idrici superficiali o dirette sul suolo o negli strati superficiali del sottosuolo

Gli scarichi di reflue industriali e di prima pioggia in pubblica fognatura sono invece di competenza dell’Ufficio d’Ambito.

NUOVE AUTORIZZAZIONI: riguardano scarichi di nuova realizzazione oppure scarichi già autorizzati che subiscano modifiche sostanziali rispetto a quanto precedentemente autorizzato;
RINNOVI: intervengono a seguito della scadenza di autorizzazioni precedenti rilasciate in forma esplicita dalla Provincia di Cremona;
VOLTURE: ratificano il subentro di un nuovo soggetto nella titolarità di un'autorizzazione già concessa in forma esplicita dalla Provincia o la variazione della ragione sociale del titolare.

Ognuno di questi atti viene emanato a seguito di domanda (in regola con l’assolvimento dell’imposta di bollo da € 16,00), corredata della documentazione specificata nel fac-simile dell’istanza e dell’attestazione del versamento oneri istruttori (come da delibera provinciale annualmente aggiornata) e assolvimento virtuale dell’imposta di bollo sull’atto autorizzativo. Alla somma derivata dal calcolo oneri istruttori andranno pertanto aggiunti 16,00 euro per il bollo virtuale. La causale del versamento è: “oneri istruttori autorizzazione scarico, cap. 4235 – assolvimento bollo virtuale, cap. 12700”.

Nel caso di inoltro in formato digitale della domanda, l'assolvimento dell'imposta di bollo dovrà avvenire aggiungendo ulteriori 16,00 euro agli oneri istruttori.

Sulla domanda presentata in formato cartaceo dovrà essere apposto il contrassegno adesivo acquistabile presso i rivenditori di valori bollati.

La pratica può essere inviata via posta al Settore Ambiente e Territorio della Provincia di Cremona, Servizio Acqua, Aria, Cave oppure presentata direttamente all'U.R.P. della Provincia stessa (in Corso Vittorio Emanuele II, 17) ovvero inoltrata via PEC all'indirizzo: protocollo@provincia.cr.it .

Gli Uffici possono richiedere integrazioni alla documentazione presentata.

L'autorizzazione allo scarico viene rilasciata entro 90 giorni dal ricevimento della domanda (timbro ufficio protocollo).

Possono richiedere l’autorizzazione il titolare dello scarico o la persona legalmente delegata.

L’autorizzazione viene rilasciata al titolare dello scarico, che potrà essere:

  • persona fisica (privato);
  • persona giuridica (Associazione, Ente, Consorzio, etc.) nella persona del legale rappresentante;
  • ente pubblico nella persona del legale rappresentante.

Dal 13 giugno 2013 le autorizzazioni allo scarico sono sostituite, per le piccole e medie imprese, dall'Autorizzazione Unica Ambientale; pertanto tali aziende non possono presentare domande agli Uffici provinciali, ma devono rivolgersi al SUAP territorialmente competente.