Benessere e SostenibilitÓ

Benessere e SostenibilitÓ

Nel 2010 da un'iniziativa di CNEL e ISTAT nasce il progetto BES (Benessere Equo e Sostenibile) con l'obiettivo di misurare il progresso di una società, considerando non soltanto l'aspetto economico, ma anche quello sociale  e ambientale. Negli anni l'ISTAT ha sviluppato il progetto, integrando le informazioni fornite dagli indicatori economici con le fondamentali dimensioni del benessere, corredate da misure relative alle disuguaglianze e alla sostenibilità.

Dal 2013 l'ISTAT pubblica anche un rapporto BES del Paese con indicatori che evidenziano i punti di forza e le difficoltà da superare per migliorare la qualità di vita dei cittadini. Dal 2016 un set ridotto di indicatori del BES è entrato anche a far parte del DEF (Documento di Economia e Finanza), per valutare l'impatto delle politiche nazionali sul benessere dei cittadini.

A partire dal 2016, agli indicatori e alle analisi sul benessere si affiancano gli indicatori per il monitoraggio degli Obiettivi sullo sviluppo sostenibile Sustainable Development Goals (SDGs) delle Nazioni Unite, La Commissione Statistica delle Nazioni Unite ha definito un quadro di informazione statistica condiviso per monitorare il progresso dei singoli Paesi verso gli SDGs, individuando oltre 230 indicatori. L'ISTAT come gli altri Istituti Nazionali è stato chiamato dalla Commissione Statistica delle Nazioni Unite a svolgere un ruolo attivo di coordinamento nazionale nella produzione di indicatori per la misurazione dello sviluppo sostenibile e il monitoraggio dei suoi obiettivi. Periodicamente l'ISTAT presenta un aggioramento e un ampliamento delle misure statistiche utili al monitoraggio e dal 2018 pubblica un Rapporto sugli SDGs.

I due set di indicatori (del BES e degli SDGs) sono solo parzialmente sovrapponibili, ma certamente complementari

Anche a livello locale  le istituzioni hanno avviato in questi anni alcuni progetti basati sul paradigma del Bes nazionale, per rafforzare il dialogo tra amministratori e cittadini e promuovere una rendicontazione periodica sullo stato delle città e delle province. Collegandosi all’iniziativa nazionale, il CUSPI ha avviato nel 2014 con alcune Province (tra cui la Provincia di Cremona) e Città metropolitane un progetto per lo studio di indicatori del BES negli Enti di area vasta, realizzando pubblicazioni che analizzano con commenti, grafici e tabelle i principali indicatori del Benessere equo e sostenibile in quei territori.

Nel 2020 il CUSPI ha anche collaborato con ASviS (Alleanza per lo Sviluppo Sostenibile) per la realizzazione di un primo rapporto riguardante il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) nei territori.

 

Per informazioni:
Servizio Statistica
tel. 0372 406 515
e-mail: statistica@provincia.cremona.it