Noleggio autobus con conducente

Il 21 febbraio 2015 è entrato in vigore il regolamento regionale n. 6/2014  “Disciplina dei servizi di noleggio di autobus con conducente”, approvato dal Consiglio Regionale ai sensi della L.R. 6/2012 e della L. 218/2003.

Cos’ è.

Il regolamento stabilisce i requisiti, le condizioni e le procedure per l’esercizio dell’attività di trasporto viaggiatori mediante noleggio di autobus con conducente.

In base a tale Regolamento la disciplina dei servizi di noleggio autobus con conducente viene esercitata dalle province lombarde.

La Provincia:

  • riceve le istanze di iscrizione di diritto nel Registro regionale la SCIA per l'inizio dell'attività;
  • rilascia apposito titolo per l'immatricolazione dei mezzi da adibire al servizio;
  • costituisce ed aggiorna la sezione provinciale del Registro telematico;
  • riceve le comunicazioni di mutamento dei requisiti per l'esercizio dei servizi e di ogni modifica della struttura aziendale che possa pregiudicare il possesso dei requisiti;
  • verifica la permanenza dei requisiti;
  • vigila, accerta ed irroga sanzioni;
  • adotta motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell'attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi di essa, nonché di sospensione dell'esercizio dell'attività;
  • cancella le imprese dalla sezione provinciale del Registro nei casi previsti dal Regolamento.

Cosa fare.

Le imprese che svolgono l'attività di noleggio di autobus con conducente con la sede legale o la principale organizzazione aziendale, intesa come stabile organizzazione ai sensi dell'art. 162 del T.U.I.R., sul territorio di una delle province lombarde, devono essere iscritte nel Registro regionale, tramite la Provincia territorialmente competente (art.3, c.2).

L’autorizzazione all’esercizio dell’attività di noleggio di autobus con conducente è sostituita dalla segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), di cui all’art. 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241

La SCIA è da presentare presso la Provincia in cui ha sede l’impresa.

La SCIA va inoltre presentata in caso di variazioni del personale, del parco veicolare, o per trasferimento dell’attività.

ISCRIZIONE PREVIA PRESENTAZIONE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ (SCIA) (ART. 4 REG.)

Le imprese che intraprendono l'attività devono presentare la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) Modulo NBUS-SCIA.

Le imprese che intendono esercitare l'attività di noleggio autobus con conducente devono presentare SCIA, utilizzando il modello allegato, alla Provincia territorialmente competente: la presentazione della SCIA consente lo svolgimento dell'attività senza limiti territoriali e comporta l'iscrizione automatica nel Registro regionale.

All'atto della presentazione della SCIA, dovrà essere comprovato il versamento sul c/c bancario IBAN IT71  R  05034  11410  000000000128 intestato a Provincia di Cremona – C.so V. Emanuele II, n. 17 - 26100 Cremona presso il Banco Popolare -  Agenzia 1 Piazza del Comune n. 6, oppure C/C postale n. 284265 intestato Provincia di Cremona, causale "Oneri istruttoria trasporti NCC-BUS", della quota annua di :

  • € 100,00 se l'impresa è dotata di un parco mezzi da 1 a 5 autobus;
  • € 300,00 se l'impresa è dotata di un parco mezzi da 6 a 20 autobus;
  • € 700,00 se l'impresa è dotata di un parco mezzi superiore a 20 autobus.

SCIA DI MODIFICA/VARIAZIONE/CESSAZIONE ATTIVITÀ (ART. 7, C. 3 REG.) - Modulo NBUS-VAR

Le imprese iscritte nel Registro regionale sono tenute a comunicare alla Provincia territorialmente competente ogni fatto che implichi la perdita o il mutamento dei requisiti per l'esercizio del servizio e, in genere, ogni modifica della struttura aziendale che possa pregiudicare il possesso dei requisiti indicati nell'art. 3 del Regolamento.

Le comunicazioni devono pervenire alla Provincia entro 60 giorni da quando il fatto o la modifica sono avvenuti, utilizzando il modello allegato.

CONFERMA ANNUALE DEL PERMANERE DEI REQUISITI - Modulo NBUS-CONF

Per gli anni successivi, ai fini del mantenimento dell'iscrizione al Registro regionale telematico, le imprese hanno l'obbligo, entro il 31 gennaio di ciascun anno, di presentare una specifica dichiarazione relativa al permanere dei requisiti ed effettuare il versamento della somma di € 50 fino a 5 autobus,  € 150 tra 6 e 20 autobus, € 350 oltre 20 autobus.

Il mancato o ritardato pagamento della quota annuale comporta l'applicazione delle sanzioni previste dalla legge regionale n. 22/2015 che ha introdotto l'art. 24-bis alla legge regionale 6/2012.

TRASPORTO SCOLASTICO

Le imprese già iscritte nel Registro Regionale, che esercitano anche servizi di trasporto scolastico, dovranno presentare una SCIA di variazione (Modulo NBUS-VAR) in cui segnaleranno il possesso del requisito relativo alla disponibilità dei mezzi immatricolati in uso di terzi che rispettano i requisiti previsti dall'art. 10 bis commi 1 e 6 del Regolamento.

Non devono essere iscritti nel Registro Regionale gli autobus, minibus o scuolabus e miniscuolabus rispondenti alle norme dettate dal decreto ministeriale 18 aprile 1977 e successive modificazioni ed integrazioni, immatricolati in uso proprio, a titolo di proprietà, usufrutto, patto di riservato dominio, locazione con facoltà di compera (leasing) a nome dei comuni, degli altri enti locali o loro consorzi, degli istituti scolastici pubblici e privati che dimostrino di averne titolo.

Si precisa che gli scuolabus e miniscuolabus, destinati al trasporto di studenti, aventi allestimenti particolari in relazione all'uso cui sono destinati, non devono essere computati ai fini della dimostrazione dei requisiti di cui all’art. 3, c.1 lett. d),e), f),g) del R.R. n. 6/2014 e neppure ai fini del calcolo della quota da versare per l’iscrizione/mantenimento dell’iscrizione al Registro regionale di cui ai c. 7 e 8 dell’art. 5 del medesimo regolamento.

SCIA per imprese che effettuano ESCLUSIVAMENTE TRASPORTO SCOLASTICO - Modulo NBUS-TS

Questo modulo è per le imprese che svolgono, o intendono svolgere, attività di noleggio di autobus con conducente esclusivamente per trasporto scolastico.

I moduli possono essere presentati:

  • preferibilmente mediante Posta Elettronica Certificata scrivendo all’indirizzo PEC della Provincia: protocollo@provincia.cr.it con allegata la scansione del modulo compilato e di tutti gli allegati in formato pdf oppure firmati digitalmente
  • a mano presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia (Sede e orari)
  • per posta.

 

INFORMAZIONI
Provincia di Cremona
Ufficio Trasporto Privato
Via della Conca, 3 - 26100 Cremona
Dirigente: Arch. Giulio Biroli
Responsabile: dott. Giorgio Rodighiero
Referente: Paolo Mombelli tel. 0372 406.541
Fax 0372-406612
Email: trasportoprivato@provincia.cremona.it
Posta elettronica certificata (P.E.C.) protocollo@provincia.cr.it
Pagina aggiornata al 11-03-2022