REGISTRO RICOGNITIVO

Registro ricognitivo unità da diporto adibite a locazione e noleggio

Con il D.Lgs. 18 luglio 2005 n.171 (Codice della Nautica da Diporto) e con la D.G. 16.07.2018, n. XI/351, la Regione Lombardia ha disciplinato l'esercizio dell'attività di Locazione e Noleggio con Natanti da diporto, per finalità ricreative e per gli usi di carattere locale, prevista dall'art. 27, c. 6 del Codice della Nautica da Diporto.
Sono definiti natanti da diporto le unità di navigazione con scafo di lunghezza pari o inferiore a dieci metri, inclusi i pedalò, le canoe e le tavole usati a scopo commerciale per locazione, noleggio o appoggio alle immersioni subacquee.

 

Chi intende svolgere queste attività  nel territorio regionale lombardo, dovrà presentare apposita dichiarazione di esercizio ai fini dell’inserimento nell’elenco progressivo di carattere ricognitivo delle Unità da Diporto in Locazione e/o Noleggio conservato dalla Provincia di Cremona .

La dichiarazione in carta semplice in duplice copia originale è resa ai sensi del DPR 445/2000.

L’inserimento nell’elenco ricognitivo avviene senza oneri economici a carico dell’operatore nautico.

All’inserimento consegue l’assegnazione di un codice alfanumerico, rimanendo comunque confermati i codici precedentemente assegnati in sede di iscrizione al Registro.

Copia della dichiarazione, completata con l’assegnazione dei codici alfanumerici per ciascun natante e vistata dalla Provincia di Cremona, dovrà essere conservata presso la sede operativa indicata nella dichiarazione ed esibita ad ogni controllo da parte del personale di vigilanza.

 

L’operatore nautico ha l’obbligo di provvedere a riportare a propria cura in modo visibile sullo scafo il codice alfanumerico assegnato, anche (ma non necessariamente) mediante l’apposizione di una targa.

 

Per le definizioni dei termini "locazione" e "noleggio", si rinvia all'art. 42 e 47 del D.lgs. 171/2005.
Con riferimento all'attività di noleggio, si richiamano gli obblighi e i limiti stabiliti dalla normativa nazionale in merito:

  • all'obbligo del noleggiatore di essere in possesso di patente nautica;

  • al numero di persone che è possibile imbarcare, in caso di noleggio, fissato in un numero massimo di dodici;

  • alla necessità di disporre per ciascun natante di un certificato di idoneità al noleggio in corso di validità.

Per svolgere l'attività di noleggio nelle acque interne, occorre che il noleggiatore sia munito del titolo professionale previsto dalla normativa vigente,

In caso di locazione di natanti da diporto il numero massimo delle persone trasportate è documentato come segue:

  • SE MUNITE DI MARCATURA "CE", dal numero riportato sulla targhetta del costruttore,

  • SE NON MUNITI DI MARCATURA "CE", dalla dichiarazione di conformità del costruttore o dal certificato di omologazione.


 

Il natante dovrà essere sottoposto a visita da parte di un organismo tecnico notificato (ad esempio: Dipartimento Trasporti Terrestri, ex MCTC, RINA, ecc.), secondo le modalità previste dalla normativa.

 

Per i natanti senza motore (ad esempio: jole, pattini, pedalò, windsurf e tavole a vela) non sono previste visite da parte di organi tecnici, ma il proprietario sottoscrive una dichiarazione di integrità con validità biennale.

 

Il titolare dell'impresa individuale o il rappresentante legale, nel caso di società, dovrà presentare apposita istanza. Il fac simile dell'istanza può essere scaricato dal sito. All'istanza, dovranno essere allegati, in originale, i documenti di collaudo o la dichiarazione di integrità . Inoltre, bisognerà produrre copia del titolo di proprietà del natante che s'intende iscrivere (fattura di vendita, bolletta doganale o atto registrato da cui risultino le generalità, l'indirizzo e il codice fiscale dell'interessato nonché la descrizione tecnica dell'unità da diporto).


 

La dichiarazione, in carta semplice in duplice originale, secondo il modello predisposto e disponibile nella pagina Informazioni - competenze - moduli, corredata da tutta la documentazione necessaria, può essere consegnata all'Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Cremona o direttamente agli uffici del Settore Ambiente e Territorio di via della Conca, 3, presso il Settore Ambiente della Provincia di Cremona- Porto Interno, o inoltrata via P.E.C a protocollo@provincia.cr.it

Gli orari di apertura dell'Ufficio Relazioni con il Pubblico, sito in c.so V.Emanuele II, 17, Cremona, sono: dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 12,30; il mercoledì, orario continuato dalle ore 9,00 alle 16,30.

- Ufficio del Settore Ambiente e Territorio, sito in via della conca, 3, Cremona, dal martedì, giovedì e venerdì dalle 9,00 alle 12,30; lunedì e  mercoledì  dalle ore 9,00 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 16,30.

Per maggiori informazioni è anche possibile consultare il sito della Regione Lombardia al seguente indirizzo: https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioServizio/servizi-e-informazioni/imprese/imprese-di-trasporto-e-logistica/natanti-da-diporto-uso-commerciale

 

Per informazioni:
Ufficio Porto e Navigazione
Via della Conca, 3 - 26100 Cremona
Dirigente: dott. Roberto Zanoni
Responsabile del Servizio: dott. Giorgio Rodighiero
Referente: dott.ssa Valeria Nassi tel. 0372 406.805 - fax 0372 406.612
email: porto@provincia.cremona.it
pec: protocollo@provincia.cr.it
Pagina aggiornata al 31-01-2020