Piano interprovinciale per il rischio sismico (2004)

In provincia di Cremona si classificavano 4 Comuni come sismici di II categoria:

  • Casaletto di Sopra;
  • Romanengo;
  • Ticengo;
  • Soncino.

Struttura del piano

E' composto da tre parti fondamentali:

  1. Parte generale
  2. Lineamenti della Pianificazione
  3. Modello di intervento

Nella parte generale si raccolgono tutte le informazioni relative alla conoscenza del territorio e alla elaborazione di scenari di rischio.

Nei lineamenti della pianificazione si individuano gli obiettivi da conseguire per dare una adeguata risposta all’emergenza.

Infine, nel modello di intervento vengono assegnate le responsabilità nei vari livelli di comando e di controllo per la gestione dell’emergenza.

Pagina aggiornata al 23-04-2014