Elenco pratiche metanodotti in istruttoria (per utenti)

Come noto, Regione Lombardia ha delegato alle Province, tramite la legge regionale n° 26/2003 e s.m.i., le funzioni di autorizzazione alla costruzione ed esercizio e dichiarazione di pubblica utilità di nuovi metanodotti che rientrano nella normativa di cui all'art. 30 del decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164 (Attuazione della direttiva n. 98/30/CE recante norme comuni per il mercato interno del gasnaturale, a norma dell'Art. 41 della legge 17 maggio 1999, n. 144) con riferimento alle tratte di reti di trasporto e distribuzione localizzate nei rispettivi territori provinciali.

L'iter istruttorio è regolato dall'art. 52 sexies del D.P.R. 327/2001 e s.m.i. che stabilisce che per le infrastrutture lineari energetiche, l'accertamento della conformità urbanistica delle opere, l'apposizione del vincolo preordinato all'esproprio e la dichiarazione di pubblica utilità sono effettuate nell'ambito di un procedimento unico, mediante convocazione di una conferenza dei servizi ai sensi della legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni, che sostituisce, anche ai fini urbanistici ed edilizi, fatti salvi gli adempimenti previsti dalle norme di sicurezza vigenti, ogni altra autorizzazione, concessione, approvazione, parere e nulla osta comunque denominati.

Inoltre, l'istruttoria avviene nel rispetto della normativa vigente ed in particolare:

  1. il D. Lgs. n. 164/00 “Attuazione della direttiva n. 98/30/CE recante norme comuni per il mercato interno del gas naturale, a norma dell'articolo 41 della Legge 17 maggio 1999, n. 144";
  2. il D.P.R. n. 327 del 8 giugno 2001 “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di espropriazione per pubblica utilità” e, in particolare, il Capo II del titolo III “Disposizioni in materia di infrastrutture lineari energetiche” e s.m.i.;
  3. la L.R. n. 26/2003 e s.m.i. “Disciplina dei servizi locali d’interesse economico generale. Norme in materia di gestione dei rifiuti, di energia, di utilizzo del sottosuolo e di risorse idriche”;
  4. la L.R. n. 9/2003 e s.m.i. “Norme regionali in materia di espropriazione per pubblica utilità”.

Si elencano, qui di seguito, le pratiche presentate dalla ditta SNAM RETE GAS sp.a. e si allegano (in fondo alla pagina) le relative planimetrie:

- Allacciamento SNAM - Biometano Pieve Ecoenergia – Cingia de’ Botti (CR) - DN 100 (4”) DP 24 bar.

SI PRECISA CHE IN FONDO ALLA PAGINA POTREBBERO ESSERE DISPONIBILI ALCUNI DOCUMENTI TECNICI RELATIVI ALLE PRATICHE IN ISTRUTTORIA PER FAVORIRNE L'ACCESSO AGLI ATTI.

Pagina aggiornata al 23-06-2020